Sky On Demand, Quanto Cibo Dare Ai Pesci Rossi, Caldaia Bosch Errori, Caldaia Bosch Errori, Tom Koracick Attore, Comune Di Roma Ostia Telefono, Fasi Del Pensiero Di Nietzsche, " /> Sky On Demand, Quanto Cibo Dare Ai Pesci Rossi, Caldaia Bosch Errori, Caldaia Bosch Errori, Tom Koracick Attore, Comune Di Roma Ostia Telefono, Fasi Del Pensiero Di Nietzsche, " />

abuso di autorità pubblico ufficiale

608 Abuso di autorita' contro arrestati o detenuti [I]. 609 bis c.p. art. 96, comma 3, c.p.c. «In via Caccialupo – racconta il 37/enne al giornale piacentino – mi hanno trattato di m…, non mi hanno voluto dare nemmeno un pò di acqua e zucchero. 608 StGB – Abuso di autorità contro arrestati o detenuti Il pubblico ufficiale, che sottopone a misure di rigore non consentite dalla legge una persona arrestata o detenuta di cui egli abbia la custodia anche temporanea, o che sia a lui affidata in esecuzione di un provvedimento dell’autorità competente, è punito con la reclusione fino a trenta mesi. L'abuso di autorità contro arrestati o detenuti è un reato proprio, in quanto soggetto attivo può essere soltanto un pubblico ufficiale che abbia la custodia di una persona arrestata o detenuta, o che gli sia stata affidata in esecuzione di un provvedimento dell'Autorità competente, oppure che sia rivestito, in virtù del proprio ufficio, di autorità sulla persona custodita. 2008, 243 ss. 609 quater c.p. Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione si soffermano infine sugli oneri probatori da assolvere, ai fini della dimostrazione della sussistenza del reato, affermando che l’esistenza oggettiva del rapporto autoritario deve essere dimostrata in modo inequivocabile, attraverso un’analisi concreta della dinamica dei fatti idonea a mostrare un rapporto di soggezione effettivamente intercorrente tra l’agente e la vittima del reato. 61 n. 11 c.p., quale aggravante che si riferisce indifferentemente all’abuso di autorità o di relazioni domestiche, di ufficio, di prestazioni d’opera, di coabitazione o di ospitalità, risultando riferibile tanto all’autorità pubblica quanto a quella privata. La Corte di Cassazione si è da poco pronunciata con una sentenza destinata a lasciare il segno, per quanto riguarda l'abuso della qualità di agente di polizia municipale. 357 c.p. maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it. Pertanto, non può validamente sostenersi che il riconoscimento dell’autorità debba avere esclusivamente natura formale e pubblicistica. ISSN 2283-7191. Qui la Il secondo orientamento, uniformandosi alla dottrina prevalente, propende per un concetto di abuso di autorità comprensivo anche di relazioni di natura privatistica in cui l’autore del reato riveste una posizione di supremazia della quale si avvale per coartare la volontà della persona offesa. Mondodiritto.it - Direttore Responsabile: Avv. Liliana Rullo - Iscrizione ROC n.23956 Tutti i diritti riservati - © Copyright 2010-2020 - P.I. Riportati gli orientamenti giurisprudenziali contrapposti, le Sezioni Unite si soffermano sul significato da attribuire alla locuzione “abuso di autorità. La soluzione di questo puzzle è di 8 lettere e inizia con la lettera C Di seguito la risposta corretta a Estorto con abuso da un pubblico ufficiale Cruciverba, se hai bisogno di ulteriore aiuto per completare il tuo cruciverba continua la navigazione e prova la nostra funzione di ricerca. Per abuso di autorità deve intendersi l’esercizio distorto dei poteri normalmente attribuiti dalla legge: ad esempio, costituisce un abuso di autorità la perquisizione effettuata ai danni di una persona senza che ne ricorressero i presupposti di legge. Autorizzazione comunitaria. all'abuso di autorità militare del membro delle forze armate contro un inferiore (art. presuppone una posizione di preminenza, anche di fatto e di natura privata, che l’agente strumentalizza per costringere il soggetto passivo a compiere o subire atti sessuali”. 609 bis c.p. Si chiede alla Suprema Corte di stabilire se la locuzione “abuso di autorità” vada confinata alle ipotesi di abuso di una formale posizione di potere pubblicistico, come quella del pubblico ufficiale nei confronti di un comune cittadino, oppure possa comprendere anche poteri di supremazia di natura privata, come ad esempio quella di un insegnante privato nei confronti dei propri alunni. La volontà di assicurare la massima tutela a coloro che vengono indotti o costretti a compiere o a subire atti sessuali era la ratio perseguita dal legislatore del 1996, ragion per cui una nozione più ampia del concetto di autorità è del tutto coerente con i fini perseguiti dalla normativa attualmente in vigore. evidenzia come, nella violenza sessuale “costrittiva”, il soggetto passivo pone in essere o subisce un evento non voluto poiché ne viene annullata o limitata la capacità di azione e di reazione coartandone la capacità di autodeterminazione, mentre, nella violenza sessuale “induttiva”, l’agente persuade la persona offesa a sottostare ad atti che, diversamente, non avrebbe compiuto ovvero a subirli strumentalizzandone la vulnerabilità e riducendola al rango di un mezzo per il soddisfacimento della propria sessualità. Diritto penale. Art. è di per sé idonea a delimitarne l’ambito di operatività rispetto all’art. 357], che sottopone a misure di rigore non consentite dalla legge una persona arrestata o detenuta di cui egli abbia la custodia, anche temporanea, o che sia a lui affidata in esecuzione di un provvedimento dell'Autorità competente, è punito con la reclusione fino a trenta mesi [c.p. 609 bis e 609 quater c.p. Analisi e caratteristiche. presuppone nell’agente una posizione autoritativa di tipo formale e pubblicistico, escludendone, nel caso di specie la configurabilità, nel caso di un insegnante privato che aveva compiuto atti sessuali con un minore di 16 anni a lui affidato per ragioni di istruzione ed educazione, ritenendo conseguentemente corretta la pronuncia del Giudice di primo grado che aveva qualificato il fatto ai sensi dell’art. Il pubblico ufficiale, il quale omette o ritarda di denunciare all'autorità giudiziaria, o ad un'altra autorità che a quella abbia obbligo di riferirne, un reato di cui ha avuto notizia nell'esercizio o a causa delle sue funzioni, è punito con la multa da euro 30 a euro 516. Entrando ad analizzare la fattispecie di reato, prevista dall’art 323 C.p ci rendiamo conto di come sia stata modificata rispetto al passato. pen., 1954, II, 799; Catelani, G., Il dolo nel delitto di oltraggio al pubblico ufficiale e limiti di applicabilità dell’esimente di cui all’art. 520 c.p., riconoscendo la forza di coartazione derivante dall’esercizio distorto dei poteri connessi con la funzione preminente esercitata dal titolare della posizione sovraordinata1. pen.- sentenza n. 27326 del 01-10-2020. La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione, investita del ricorso, preso atto del contrasto giurisprudenziale in materia, rimetteva la questione alle Sezioni Unite della Corte di Cassazione con ordinanza n. 2888 del 2020, nella quale sono stati richiamati i contrapposti orientamenti giurisprudenziali in merito al significato da attribuire al concetto di “abuso di autorità” ai sensi dell’art. 609 bis, 609 ter n.1 e 81 co. 2 c.p., in primo grado, il G.U.P. del Tribunale di Enna, all’esito di un giudizio abbreviato condizionato, pronunciava sentenza di condanna dell’imputato per il reato di cui agli artt. L’articolo 323 del Codice Penale stabilisce che si tratta di abuso d’ufficio quando la violazione viene commessa da un pubblico ufficiale nell’esercizio delle sue funzioni. La questione di diritto rimessa alle Sezioni Unite è la seguente: “Se, in tema di violenza sessuale, l’abuso di autorità di cui all’art. all'abuso di autorità comune del pubblico ufficiale contro un detenuto (art. La Suprema Corte di Cassazione riafferma il principio di solidarietà post- coniugale; Licenziamento: è possibile nel periodo di emergenza? Analisi e caratteristiche. Un. La locuzione “mediante abuso di autorità”, prevista dall’art. La tesi corretta è evidentemente la seconda. L’imputato proponeva ricorso in Cassazione, lamentando, tra l’altro, la violazione degli artt. 323 c.p. L’unica interpretazione idonea a salvaguardare la coerenza normativa sarebbe pertanto quella che attribuisce carattere pubblicistico all’autorità considerata dall’art. – Il pubblico ufficiale, che, abusando dei Il reato di abuso d’ufficio, previsto dall’art. 609 bis co. 1 c.p. (Codice penale: articolo 608) presuppone nell’agente una posizione autoritativa di tipo formale e pubblicistico, in mancanza della quale la condotta del soggetto agente deve essere valutata ai sensi dell’art. 8 «Abuso d’ufficio in casi non preveduti specificatamente dalla legge. 609 bis co. 1 c.p. - ® Marchio Registrato, Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo, Codice dei beni culturali e del paesaggio. Sulla base delle considerazioni sopra esposte, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione giungono ad affermare che non si ravvisano ragioni utili per uniformarsi all’interpretazione giurisprudenziale maggiormente restrittiva del concetto di abuso di autorità. Secondo il primo orientamento, il concetto di “abuso di autorità” ai sensi dell’art. : Salvo che il fatto non costitui-sca un più grave reato il pubblico ufficiale o l’inca-ricato di pubblico servizio che, nello svolgimento delle funzioni o del servizio, in violazione di norme di legge o di regolamento, ovvero omettendo di astenersi in presenza di un interesse proprio o di Il bene giuridico tutelato dalla norma non è evidentemente costituito dalla libertà di autodeterminazione del minore ma bensì dalla sua integrità psico fisica nella prospettiva di un corretto sviluppo della propria sessualità6. Altre successive pronunce, aventi ad oggetto violenze sessuali commesse da soggetti rivestenti la qualifica di pubblico ufficiale, hanno ribadito la natura formale e pubblicistica della posizione autoritativa dell’agente (Sez. 609 bis c.p. Articolo 11. abuso di autorità contro arrestati o detenuti: ... Poiche´ assume la veste di pubblico ufficiale il privato che esegue un arresto in flagranza ai sensi dell’art. 609 bis c.p., tra le quali rientra anche quella degli atti sessuali commessi con abuso di autorità. 609 bis co. 1 c.p. Rivista scientifica di informazione giuridica Reg. A detta del secondo orientamento, invece, l’“abuso di autorità”, quale modalità di consumazione del reato, si configura in ogni caso in cui si registra un potere di supremazia, anche di natura privatistica, di cui il soggetto agente abusi per costringere il soggetto passivo a compiere o subire atti sessuali. e, 520 c.p., norma che presuppone una posizione autoritativa di tipo formale e pubblicistico, orientamento a cui si sono uniformate le sentenze successive. Si chiede alla Suprema Corte di stabilire se la locuzione “abuso di autorità” vada confinata alle ipotesi di abuso di una formale posizione di potere pubblicistico, come quella del pubblico ufficiale nei confronti di un comune cittadino, oppure possa comprendere anche poteri di supremazia di natura privata, come ad esempio quella di un insegnante privato nei confronti dei propri alunni. Il pubblico ufficiale [c.p. 97 della Costituzione, per perseguire gli interessi pubblici cui è preposta, senza avvantaggiare se stessa a danno dei consociati, garantendo, nell'adempimento delle proprie funzioni, che non venga alterata la c.d. 609 bis c.p. Abuso di autorità contro arrestati o detenuti. 609 bis c.p. e carattere privatistico all’autorità di cui all’art. descrive la modalità di condotta come “abuso di autorità”, esso considera la strumentalizzazione della dimensione soggettiva dell’autorità, mentre ai sensi dell’art. E poi ecco la sorpresa: "Ho deciso che stavolta sporgerò denuncia contro i tre agenti per abuso di autorità perché questa situazione deve finire. Il pubblico ufficiale [357], che sottopone a misure di rigore non consentite dalla legge una persona arrestata o detenuta di cui egli abbia la custodia, anche temporanea, o che sia a lui affidata in esecuzione di un provvedimento dell'Autorità competente [277, 2852, 6565 c.p.p. L'autorizzazione comunitaria di una o più sostanze avviene sotto forma di adozione di una misura specifica. Quanto affermato consente di dare rilevanza, per la configurabilità del reato, alla valenza coercitiva dell’abuso di autorità tanto nel caso in cui la posizione di preminenza dell’agente sia venuta meno, permanendo tuttavia una condizione di soggezione psicologica derivante dall’autorità da questi già esercitata, quanto nel caso di relazione di dipendenza indiretta tra autore e vittima del reato, nell’ipotesi in cui il soggetto agente, abusando della sua posizione di autorità, concorre con un terzo che compie materialmente l’atto non voluto dalla persona offesa. 323 c.p. Stampa n. 14/2013, Cron. La Suprema Corte giunge pertanto ad affermare il seguente principio di diritto: “L’abuso di autorità cui si riferisce l’art. Contestualmente occorre dimostrare l’utilizzazione del potere, tenuto conto della correlazione esistente tra l’abuso di autorità e le conseguenze sulla capacità di autodeterminazione della persona offesa, in quanto una condotta che dovesse estrinsecarsi con modalità diverse andrebbe necessariamente ricondotta all’ipotesi della minaccia o dell’induzione. Nonostante la distinzione tra le diverse fattispecie sia labile, essa risponde all’esigenza di ampliare l’ambito di operatività dell’art. "par condicio civium", ovvero il dir… 608 c.p.). La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza emessa dalle Sezioni Unite in data 16.07.2020, n. 27326, depositata in data 01.10.2020, ha posto fine al precedente contrasto giurisprudenziale relativo al concetto di “abuso di autorità” di cui all’art. 609 quater c.p. Lo scorso 1 luglio ARERA, nell’ambito del WASTE-REG (la rete delle Autorità di regolazione dei rifiuti urbani dell'UE) insieme alla Commissione Europea… Paolo Barberi è il nuovo Presidente di FISE Unicircular Eletto il nuovo Presidente dell’Unione Imprese Economia Circolare. 357], che sottopone a misure di rigore non consentite dalla legge una persona arrestata o detenuta di cui egli abbia la custodia, anche temporanea, o che sia a lui affidata in esecuzione di un provvedimento dell'Autorità competente, è punito con la reclusione fino a trenta mesi [c.p. Il riconoscimento della validità dell’interpretazione più ampia del concetto di abuso di autorità non incide inoltre sul principio di tipicità. 609 quater c.p.2, il quale ha introdotto un’ipotesi di atti sessuali con minorenni residuale rispetto all’ipotesi dell’art. Calcolo bonus 600 Euro per professionisti, Lineamenti di Diritto delle piattaforme digitali, Manuale pratico dell’amministrazione di sostegno, Unioni civili: profili sostanziali e procedurali - eBook in pdf. 357], che sottopone a misure di rigore non consentite dalla legge una persona arrestata o detenuta di cui egli abbia la custodia, anche temporanea, o che sia a lui affidata in esecuzione di un provvedimento dell'Autorità competente, è punito con la reclusione fino a trenta mesi [c.p. Successivamente, con la sentenza n. 23873 del 2009, discostandosi dall’orientamento giurisprudenziale consolidato, è stato affermato che nell’abuso di autorità rientra ogni forma di strumentalizzazione del rapporto di supremazia, senza distinzioni tra autorità pubblica e privata, utilizzando come parametro di riferimento l’art. 609 bis co. 2 n. 1 c.p., fattispecie caratterizzata dall’induzione all’atto sessuale di persona in condizioni di inferiorità fisica o psichica sia dall’ipotesi di cui all’art. 609 bis co. 1 c.p., al fine di ricomprendervi situazioni non riconducibili alla violenza o alla minaccia. punisce il pubblico ufficiale che nello svolgimento delle proprie funzioni procura a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale ovvero arreca ad altri un danno ingiusto. Abuso di autorità contro arrestati o detenuti Il pubblico ufficiale, che sottopone a misure di rigore non consentite dalla legge una persona arrestata o detenuta di cui egli abbia la custodia anche temporanea, o che sia a lui affidata in esecuzione di un provvedimento dell’autorità competente, è punito con la reclusione fino a trenta mesi. pen. 609 bis c.p. Tali considerazioni trovano conferma nella circostanza secondo cui l’autorità ha natura relazionale e presuppone un rapporto tra più soggetti, caratterizzato dal fatto che, colui che riconosce l’autorità di chi la esercita subisce, senza capacità di reagire, gli atti che ne derivano. In passato, il reato di abuso d’ufficio puniva il generico abuso di potere da parte del pubblico ufficiale finalizzato a generare un ingiusto profitto per se o altri. La collocazione del delitto di violenza sessuale tra i reati contro la libertà personale e la natura di reato comune sono infatti elementi che mostrano l’intento del legislatore di ampliare l’ambito di operatività della fattispecie, svincolando l’art. Successivamente, con la sentenza n. 49990 del 2014, è stato affermato che, oltre all’uso di una diversa terminologia, considerato che l’art. 3, L. 15 luglio 2009, n. 94. per avere contenuti esclusivi in anteprima. Pubblico ufficiale, costrizione, abuso di potere, concussione, aggravante . Le Sezioni Unite rilevano inoltre che ogni qual volta la legge abbia inteso riferirsi a soggetti che rivestono una posizione autoritativa di natura formale lo ha fatto espressamente, a differenza di quanto accaduto con altre disposizioni in cui ha inteso il concetto di abuso di autorità in senso più ampio, comprendendo in esso anche posizioni di preminenza o supremazia non necessariamente di natura pubblicistica. 61 n. 11 c.p. 609 bis c.p. La differente formulazione dei primi due commi dell’art. Inoltre, tenuto conto che l’art. Ponendo l’accento sulla diversa natura del bene giuridico tutelato rispetto alla previgente disciplina, ovvero non più la moralità pubblica e il buon costume ma bensì la libertà personale, bene che prescinde dalla rilevanza pubblicistica della posizione di autorità e dalla natura di reato comune della violenza sessuale, la giurisprudenza più recente ha affermato che la presenza di una clausola di riserva nell’art. 609-bis, comma 1°, c.p. 520 c.p. Nella medesima pronuncia è stato evidenziato come, qualora il legislatore intenda considerare una posizione autoritativa di tipo pubblicistico, essa venga esplicitata, come accade nel caso dell’art. Il primo orientamento trae origine dalla sentenza delle Sezioni Unite del 31.05.2000, n. 13, secondo cui l’abuso di autorità ai sensi dell’art. Esclusa pertanto la natura formale e pubblicistica dell’autorità di cui l’agente abusa, la Suprema Corte ha spostato la sua riflessione sulla natura dell’autorità privata, verificando se l’autorità “privata” sia solo quella che deriva dalla legge o anche quella derivante da un’autorità di fatto. Le risposte per i cruciverba che iniziano con le lettere C, CO. Le norme che attribuiscono il particolare valore e la cosi detta fede privilegiata all’atto redatto dal pubblico ufficiale sono l’art. balivo (ant. n. 157/2013 Tribunale di Pescara. Abuso di autorità contro arrestati o detenuti Art. La Rivista del Sindaco 13/07/2018 Approfondimenti. Barberi: “accelerare la transizione verso un modello reale di economia circolare”. Pubblico ufficiale, costrizione, abuso di potere, concussione, aggravante (Cass. 609 bis c.p. La stessa pena si applica se il fatto è commesso da un altro pubblico ufficiale, rivestito, per ragione del suo ufficio, di una qualsiasi autorità sulla persona custodita (1). 609 quater c.p., riferendosi all’”abuso dei poteri”, rileva la strumentalizzazione della dimensione oggettiva e funzionale dei poteri connessi alla posizione del soggetto agente4. l’abuso della qualità di pubblico ufficiale, prescritto nella vecchia formulazione dell’art. coincide con l’abuso della qualità di pubblico ufficiale ai sensi dell’art. 609 quater co. 2 c.p. Il legale ha presentato denuncia per abuso di autorità, minacce aggravate, violenza privata e falso. Art. In secondo grado, la Corte d’Appello di Caltanissetta ribadiva la colpevolezza dell’imputato, riqualificando, a sua volta, i fatti delittuosi ai sensi degli artt. Pen., sez. La successiva giurisprudenza, ribadendo il carattere formale e pubblicistico della natura autoritativa dell’agente, ha precisato che l’abuso di autorità consiste nella strumentalizzazione del proprio potere, realizzato attraverso una subordinazione psicologica tale per cui la vittima viene costretta al rapporto sessuale, risolvendosi in una vera e propria costrizione che non può essere desunta in via meramente presuntiva sulla base della posizione autoritativa ricoperta dal soggetto agente3. per essersi la Corte d’Appello di Caltanissetta discostata dall’orientamento giurisprudenziale fatto proprio dal Giudice di prime cure, secondo cui l’abuso di autorità di cui all’art. Omessa denuncia di reato da parte del pubblico ufficiale. L’abuso di autorità è piuttosto una circostanza determinante affinché, al ricorrere di altre condizioni, possa scattare un determinato reato. A) Abuso di autorità, reato del pubblico ufficiale che sottoponga l'arrestato o il detenuto, a lui affidato in esecuzione di un provvedimento dell'autorità, a misure di rigore non consentite dalla legge.Nel diritto militare penale, è il reato di chi assume un comando militare arbitrariamente o usa violenza contro un inferiore o un prigioniero di guerra. 1. Immotivata mancata partecipazione al procedimento di mediazione e responsabilità aggravata ex art. Abuso di autorità contro arrestati o detenuti. L’interpretazione formalistica si porrebbe infatti in netto contrasto con l’esigenza di massima tutela della libertà sessuale, perseguita dal legislatore, oltre ad escludere l’applicazione della fattispecie di cui all’art. Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, prima di risolvere il contrasto giurisprudenziale, hanno ripercorso l’iter giurisprudenziale che ha condotto alla formazione dei due orientamenti contrapposti in merito al reato di violenza sessuale cosiddetta “costrittiva” ovvero compiuto con abuso di autorità. 608. Se infatti la minaccia determina un’efficacia intimidatoria diretta sul soggetto passivo costretto a compiere o subire l’atto sessuale, la coartazione che deriva dall’abuso di autorità è propria della soggezione esistente tra autore e vittima del reato, la quale è determinata dal ruolo autoritativo che il primo esercita sul secondo. La riforma del reato di abuso d’ufficio: un argine al sindacato del giudice penale sulla discrezionalità della pubblica amministrazione, di Carlo Tremolada e Alessia Pontacolone. ‘Devi soffrire’, ha detto uno di loro. laddove pur essendo ravvisabile il consenso da parte del minore, esso risulta però invalido a causa del rapporto sussistente con l’autore del reato. 609 bis c.p. L’art. 609 bis c.p., con l’evidente fine di sanzionare qualsiasi persona che, dotata di autorità pubblica o privata, abusi della sua posizione per costringere il soggetto passivo a compiere o a subire atti sessuali. 31]. Sulla base di detta pronuncia, le Sezioni Unite sono giunte ad affermare l’irrilevanza delle norme penali abrogate dalla l. n. 66 del 1996. L'espressione abuso di autorità si riferisce . 609 quater c.p. L'abuso di autorità cui si riferisce l'art. Corte di Cassazione, sezioni unite penali, Sentenza 1 ottobre 2020, n. 27326. Al fine di comprendere i tratti essenziali del reato di abuso d’ufficio occorre partire dalla disposizione normativa di riferimento. su www.maggiolieditore.it. Il reato di abuso di autorità contro arrestati o detenuti è l’illecito penale commesso dal Pubblico Ufficiale che, esercitando in ragione del proprio ufficio una qualsivoglia autorità di custodia, anche temporanea, su di una persona, sottoponga quest’ultima a particolari misure di rigore, non consentite dalla legge. Esercitare  arbitrariamente  le  proprie  ragioni  non  è estorcere, Il condomino che in giudizio richiede la rimozione dell’impianto fotovoltaico, installato illecitamente sulle parti comuni, non può citare solo l’amministratore di condominio, Il parere del Garante Privacy sullo schema predisposto da AgID per l’erogazione del servizio pubblico wi-fi free, La Commissione Europea chiede all’Italia di garantire trasparenza e parità di trattamento in merito al rilascio di autorizzazioni relative all’uso del demanio marittimo per il turismo balneare e i servizi ricreativi.

Sky On Demand, Quanto Cibo Dare Ai Pesci Rossi, Caldaia Bosch Errori, Caldaia Bosch Errori, Tom Koracick Attore, Comune Di Roma Ostia Telefono, Fasi Del Pensiero Di Nietzsche,

Lascia un commento